17-18 novembre mobilitiamoci contro la legge Anti Blog

12 novembre 2008 alle 4:50 pm | Pubblicato su ammazza-blog, ammazzablog, ammazzablogger | 7 commenti
Tag: , , , , , , , , , ,

Al Parlamento è in discussione una legge che potrebbe realmente ammazzare i blog, impedendogli di esercitare il leggittimo diritto di libertà d’espressione.

Infatti è ritornato il famigerato disegno di legge Levi-Prodi che prevedeva per i blogger di registrarsi al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC).

Ecco gli articoli incriminati (da Punto Informatico ):

“Art. 8.
(Attività editoriale sulla rete internet).

1. L’iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione dei soggetti che svolgono attività editoriale sulla rete internet rileva anche ai fini dell’applicazione delle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa.

3. Sono esclusi dall’obbligo dell’iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di un’organizzazione imprenditoriale del lavoro.”

E’ proprio questo il punto controverso, perchè è sufficiente che un blog contenga banner pubblicitari, ad esempio di Google Ads per essere assimibilabili ad “attività di impresa” dovendo quindi registrarsi a questi famigerato Registo Operatori della Comunicazione per non incorrere nei reati di stampa clandestina.

Possiamo far passare sotto silenzio tutto questo?

Certo che no.

Già (come comitati BOBI) nel 2004 avevamo risposto con un Netrstrike al tentativo di censurare la rete.

Oggi proponiamo una mobilitazione contro l’AmmazzaBlog per le giornate del 17 e 18 novembre.

Lunedì 17 novembre ci troviamo a Roma davanti a Montecitorio, dalle 15 in poi, con un gessetto e disegnamo una sagoma sul suolo e scriviamo il nome del nostro blog o sito. E poi raccontiamo in diretta l’evento sulle nostre pagine web con foto e video.

Martedì 18 novembre una giornata di silenzio blog. Pubblichiamo tutto il giorno solo il banner qui sotto, per protestare. Inseriamolo in un post con tag “ammazzablog18novembre”

Cambio di programma. Abbiamo deciso di unire le forze tra questo blog, il gruppo che si era costituito su Facebook ed il “gruppone” (che ha superato quota 12.000 iscritti) che coordinerà tutta la campagna.

ammazzablog

Probabilmente la data della iniziativa di mobilitazione in piazza sarà il 29 novembre, a Roma e dovunque sarà possibile. Presto altri dettagli.

Per chi volesse partecipare c’è un Gruppo su Facebook o lasci un commento qui sotto.

Per contatti: info@bobi2001.it

7 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. cercano di toglierci la possibilità di esprimere la nostra libertà. Perchè la libertà a quelli come loro fa paura come la peste !!
    io ho già firmato in un sito per la raccolta delle firme

  2. Si vuole censurare l’incensurbile! Assurdo!

  3. ecco siamo alle solite ,,,poi si dice che esiste la democrazia in italia o liberta di esprimersi anche nei nostri blog o siti,,,spero che in fondo sia infondata quello che il governo voglionio aprovare ma se succedera ,,il nostro governo dara un altra prova di mancanza rispetto xi noi cittadini pensando solo alle sue tasche …e comeal solito l italia approvera una legge che esistera solo in italia ebasta ,,,,paola

  4. In Piazza? Cerrrrrrrrrrto che vengo!!!!!!!! Quello che vogliono fare è semplicemente uno scandalo.

  5. Se non zittisci prima i cittadini come fai a fare quel che ti pare e piace?
    Se non controlli la stampa, prima o poi l’informazione VERA trapela… e son dolori
    Se non assoggetti l’informazione ai tuoi porci comodi… il Piano di Rinascita va a farsi benedire….

    Se c’è possibilità di portare la protesta a Napoli o + a Sud, io ci sono!

    Mi piacerebbe anche (so che chiedo molto) che la protesta desse anche qualche genere di conforto a tutti quei blogger che sono finiti nel panico di fronte a questa notizia. Come?
    Semplice: oltre alla protesta desidero sapere come fare per aggirare la legge. Non so dove, ma ho letto di host alle Bahamas… vorrei saperne di più.
    Ripeto, so che lo sforzo è notevole, ma partiamo da questo blog.
    Non so come, ma cominciate a pensare a una rubrica tipo: tips & tricks per aggirare l’ostacolo!
    E’ possibile???

    Mi abbono al feed, così cerco di leggervi in tempo reale.
    Contate su di me!

    vocalizzorotante

  6. Se la cosa può interessare su Youtube c’è un video esplicativo sulla questione.

    riporto il link:

  7. Posto solo per segnalare che sto seguendo gli aggiornamenti e che questa mobilitazione mi ricorda quando sotto la “bandiera” di Fiorello Cortiana ci dammo da fare conto la legge Urbani… fu una pietra miliare della Storia delle liberta’ in Rete in Italia. Domani aggiorno i riferimenti alle iniziative sul mio blog. Ab majora compari digitali.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: