Alla Camera il ddl ammazza-blog. Mobilitazione nonviolenta in arrivo?

24 luglio 2010 alle 11:48 am | Pubblicato su ammazza-blog, ammazzablog, ammazzablogger, Notizie, salva-i-blog | 2 commenti
Tag: , , , , , , ,
Iter del provvedimento ddl intercettazioni

Iter del provvedimento ddl intercettazioni

Resta l’obbligo di rettifica entro 48 ore dalla richiesta per i siti Internet: la maggioranza ha infatti bocciato tutti gli emendamenti dell’opposizione che puntavano a sopprimere questa norma (comma numero 29 meglio noto come “ammazza-blog”) contenuta nel ddl intercettazioni.

Stiamo valutando tutti i metodi di lotta nonviolenta che si potranno utilizzare online e non per arginare il pericolo che tutti i sito Internet, dai blog alle pagine Facebook, debbano seguire l’obbligo di rettifica.

Leggi la nostra nota su Facebook e condividila!

A beneficio di quanti non avessero seguito le puntate precedenti ricorso che il testo della disposizione licenziato al Senato, sfortunatamente, estende a tutti i gestori di siti informatici “ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica” l’obbligo di rettifica previsto dalla legge sulla stampa: entro 48 ore qualora non si provveda ad una rettifica richiesta si è soggetti ad una sanzione fino a 12 mila e 500 euro che ci si chiami Repubblica, La Stampa o, piuttosto PippoBlog. Ma siccome l’espressione “siti informatici” può comprendere tutto, anche le pagine presenti su Facebook fanno parte di una rete di “siti informatici”.

Il 29 Luglio ci sarà un presidio a Roma organizzato da Valigiablu.it e noi stiamo studiando le iniziative di lotta nonviolenta contro la possibilità di far passare questa legge completamente assurda. Hai qualche idea in merito? Commenta e comunicaci una tua idea.

Ultim’ora: da una deputata mi è stato riferito che in Commissione Giustizia (dove il testo è stato redatto) si è deciso di impegnare il Governo a rivedere il testo, tramite emendamenti, nelle varie letture in Parlamento.
Ci auguriamo sia così e che al massimo ci si limiti a obbligare alle rettifiche, con sanzioni elevate come in questo caso, solo per i siti di testate giornaliste registrate. Per tutti gli altri ci sono gli strumenti giudiziari, dalla querela alla calunnia, per far valere i propri diritti.

Francesco D’Ambrosio
per il Movimento Salva i Blog

Annunci

Firmiamo l’appello ai capigruppo del Senato contro la rettifica per i siti Internet

17 giugno 2009 alle 12:57 pm | Pubblicato su ammazza-blog, ammazzablog, ammazzablogger, iniziative, Notizie, salva-i-blog | 6 commenti
Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

salvaiblogE’ online la lettera/appello, promossa da Guido Scorza, per la quale è stata avviata una raccolta di firme e adesioni.

CLICCA E FIRMA

Scrive Zambardino: E’ l’appello ai presidenti dei gruppi parlamentari del Senato perché venga modificato il testo intercettazioni nella parte che prevede l’obbligo di rettifica per i blog. Lo scrive e lancia il giurista Guido Scorza per conto dell’Istituto per le Politiche dell’Innovazione.

Noi aderiamo e vi chiediamo di partecipare, di firmare, e di far girare la notizia, oltre a chiedervi di iscrivervi al nostro movimento Salva i Blog che trovate su Facebook per poter ricevere e conoscere le ultime novità o per partecipare alle nostre discussioni.

FIRMA L’APPELLO CONTRO L’OBBLIGO DI RETTIFICA DEI “SITI INFORMATICI”

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.